Primo successo partenopeo femminile a ventidue anni dall’ultimo maschile

La prima squadra domani in Coppa Italia ospita il Salento Women

Storica vittoria per il Napoli Femminile Carpisa Yamamay al torneo Arco di Trento. La squadra Primavera, allenata da Pasquale Illiano, ha battuto in finale il San Marino 3-1 conquistando il più prestigioso torneo giovanile nazionale, prima volta per una formazione femminile napoletana a distanza di ventidue anni dall’ultimo successo maschile del Napoli. Una vittoria targata Maria Visco, autrice di tutte e tre le reti della finale, che regala grande soddisfazione al club, atteso domani da un’altra sfida decisiva, il ritorno dei quarti di finale della Coppa Italia contro il Salento Women. La prima squadra, infatti, attende al Cus (ore 15) l’unica squadra che non è ancora riuscita a battere in questa stagione, partendo dallo 0-0 dell’andata in Puglia. A disposizione del tecnico, Peppe Marino, ci sarà l’intera rosa con l’unica eccezione di Sara Caiazzo, ferma per un affaticamento muscolare patito durante la convocazione con la nazionale under 17 e ancora non completamente ristabilita.

“Siamo felicissimi per la vittoria ad Arco di Trento – spiega Marino -. Il club sta facendo da anni un lavoro splendido nel settore giovanile e questa è la naturale conseguenza. È una soddisfazione anche per Pasquale Illiano che quest’anno sta offrendo il suo contributo per far crescere un gruppo di ragazze di grande talento, tra cui alcune che hanno già potuto vivere lo spogliatoio della prima squadra. Domani dobbiamo riuscire a dare anche noi una gioia ai nostri tifosi superando il Salento per proseguire il cammino in Coppa Italia, che è uno dei nostri obiettivi stagionali. Sappiamo che dipende da noi e se riusciremo a giocare con la giusta calma e concentrazione sono sicuro che passeremo il turno”.

Napoli Femminile Carpisa Yamamay-Salento Women, valida per il ritorno dei quarti di finale della Coppa Italia, si giocherà domani, mercoledì 13 marzo, alle ore 15 al Cus di Napoli (ingresso gratuito).

Terminato il ritiro della Prima Squadra, abbiamo raccolto le prime dichiarazioni del nuovo Mister della Primavera Pasquale Illiano, dopo qualche giorno trascorso proprio al fianco di Mister Marino a Serino.

“Finalmente è arrivato il momento di iniziare. Siamo pronti per questa nuova avventura e per un anno che sarà certamente molto importante per la Primavera che lavorerà a stretto contatto con la Prima Squadra. Ci sarà quindi l’opportunità per tutte le ragazze di far parte della rosa di Mister Marino come già capitato per le ragazze aggregate ad essa nel ritiro di Serino che in questi giorni ho visionato e posso affermare che si sono comportate benissimo. Il Mister già mi ha comunicato che monitorerà per l’arco dell’intera stagione le nostre giovani e che crede molto nelle loro potenzialità. A mia volta monitorerò anche le più piccole per avvicinarle al salto in Primavera. La stagione che è alle porte sarà importantissima per la crescita soprattutto personale di tutte le nostre giovani.

Daremo sicuramente seguito all’ottimo lavoro che è stato fatto negli anni scorsi e sicuramente troveranno spazio molte delle ragazze che nell'ultima annata si sono rese protagoniste di una stagione splendida con l’Under15.

A partire da martedì 4 settembre saremo attivi al CUS Napoli dove aspettiamo tutte le ragazze che vorranno prendere parte a questo progetto ambizioso.”

Le giovani promesse partenopee superano le pari età del club milanese di serie B al torneo Generali di Roma

            I talenti del Napoli Femminile continuano a stupire. La formazione Primavera del club partenopeo si è imposta ieri 3-2 contro l’Inter, formazione femminile del club meneghino di serie B, nell’ultima giornata del torneo Generali di Roma, al quale hanno preso parte anche Roma e Perugia. La vittoria, conquistata grazie alle reti di Moccia, Massa e Peri, ha consentito al Napoli Femminile di chiudere il torneo con un prestigioso terzo posto, che conferma il lavoro positivo del club nel settore giovanile, da sempre fiore all’occhiello e che, anche quest’anno, ha portato diverse calciatrici a esordire in prima squadra nonostante la giovanissima età.

Chiaro il commento del Direttore Italo Palmieri sulle ambizioni societarie riguardanti il settore giovanile nel prossimo futuro: "Ieri a Roma abbiamo spiegato che il calcio femminile in Campania si puo' fare in tre modi . I primi due sono da rispettare , ma non ci appartengono. Il terzo è l'unico perseguibile se si vuol competere con le squadre professionistiche del Nord che oggi entrano sempre piu' con forza nel calcio femminile. La vittoria sull' Inter scudettata Under 15, fa ben sperare ,ma non deve illuderci. Tutto dipende dalle ragazze Campane . Quanto loro vogliono realmente entrare nel giro che conta. Coloro che sposeranno questa "terza via" per la prossima stagione avranno a disposizione la miglior struttura sportiva Napoletana (CUS) tecnici preparati , abilitati e concreti , Un comparto medico con fisioterapisti , nutrizionisti e medici da far invidia a squadre professionistiche maschili, una societa' motivata e che ha creduto prima di tutti nel calcio femminile in Campania , ed ultima , ma non per questo trascurabile la "chicca" di una collaborazione con la Facolta' di Sociologia che prevede la partecipazione in pianta stabile ( non una tantum) di laureate in sociologia negli spogliatoi per tutta la stagione calcistica con le funzioni di veri e propri dirigenti.  La nostra partecipazione al Torneo di Roma aveva questo scopo . Hanno potuto toccare con mano dove va la loro passione ,spesso la loro ragione di vita. Non bastano le parole, ci vogliono i fatti . Dal loro impegno quotidiano, nella vita di ogni giorno , ora dopo ora, allenamento dopo allenamento , dipendera' l'ingresso tra le circa 500 calciatrici professioniste (questo il reale numero stimato per almeno i prossimi 3/4 anni ) che calcheranno i campi di calcio dei campionati femminile"

Contro l’Afronapoli arriva il primo successo interno del 2018.

Ce l’ha fatta, finalmente, la Primavera di Mister Nino Catalano a sfatare il tabù con la vittoria nelle gare casalinghe nel nuovo anno battendo, con un netto 2-0 l’Afronapoli United a conferma del buon momento di forma delle azzurrine.

Primo tempo equilibrato e molto combattuto, poche le occasioni da entrambe le parti, frutto specialmente di sortite individuali. Visco ed Amodio le più pericolose tra le fila partenopee.

Nella ripresa la musica cambia. Catalano inserisce Lupoli e la rientrante Auriemma in attacco ed il Napoli inizia a macinare gioco e crea numerose palle gol. Quando il risultato sembra stare stretto alle azzurrine ecco che Flavia Catalano trova la rete con un bell’inserimento coronando una prestazione personale di altissimo livello. A cinque minuti dal termine arriva poi anche il meritato raddoppio per il Napoli Femminile con Auriola che sfrutta una respinta del portiere e chiude i giochi.

Il Napoli Femminile Primavera tornerà in campo nel prossimo turno, ancora tra le mura amiche, contro il Villaricca.

Pareggio su un campo difficile per le Azzurrine.

Dopo la sconfitta nella sfida Primavera contro la Virtus Partenope torna in campo il Napoli Femminile Primavera nell’ultima gara del girone d’andata e lo fa contro una delle migliori squadre del torneo di Serie C: la Salernitana.

Al Volpe le ragazze di Catalano si schierano con un inedito 4-2-3-1 emulando le orme del nuovo corso tecnico della prima squadra e non sembrano brillare in una prima frazione poco spettacolare, e terminata infatti a reti bianche, nella quale l’unica occasione degna di nota è il palo colpito dalla squadra granata.

Quella della ripresa è tutt’altra partita. Catalano inserisce le gemelle Marotta per la coppia Visco-Minieri per dare una scossa alla gara che non tarda ad arrivare. È la Salernitana però a sbloccare il risultato per prima grazie ad un’ingenuità proprio della neoentrata Claudia Marotta che con un retropassaggio impreciso mette l’attaccante granata a tu per tu con Foczmaniak che nulla può sul pallonetto della numero 11 di casa.

La rete subita dà la scossa alle partenopee che, complice anche l’espulsione per doppia ammonizione dell’autrice del gol granata, prendono d’assedio la metà campo avversaria e raggiungono il meritato pareggio con una prodezza di Lupoli, migliore in campo tra le azzurre, che insacca con un destro al volo di pregevole fattura.

Il finale è tutto di marca azzurra con l’ingresso di Moccia che dà ulteriore peso offensivo al Napoli ma le giovani ragazze di Catalano non riescono a concretizzare ed il match termina dunque in parità.

Segnali positivi per il Mister vengono dalla prestazione della squadra che è sembrata in crescita dopo alcune uscite sottotono e dal bel gioco espresso soprattutto nella seconda frazione quando, nonostante il netto divario di esperienza con le avversarie, le azzurrine hanno avuto un’ottima reazione dopo la rete subita e avrebbero potuto addirittura ribaltare il risultato.

Il Napoli Femminile Primavera tornerà in campo domenica prossima nel primo turno del girone di ritorno in un’altra trasferta difficile sul campo del Pontecagnano.