PRIMA SQUADRA

Il Napoli Femminile aggiunge un altro tassello alla rosa che si sta costruendo.

Alessandra Nencioni, centrocampista offensivo classe 1989 è una nuova calciatrice del Napoli Femminile.

Giocatrice di talento e grande esperienza, Nencioni, dopo aver vestito le maglie di Fiammamonza e Inter, ha giocato nel 2013 al Seattle P.H.A. negli Stati Uniti. Tornata in Italia nel 2015 ha sposato il progetto della Florentia con cui ha completato un'incredibile scalata dalla Serie D regionale alla Serie A in 3 anni.

In carriera, oltre al Campionato di Serie B 2017/2018 conquistato con la formazione toscana, ha vinto anche un Titolo dello Stato di Washinghton ed una Evergreen Cup con la maglia del Seattle.

 

Arriva la statunitense Mariah Cameron, ex capitano del Washington State, insieme ad altri tre acquisti

Colpo a sorpresa per il Napoli Femminile, che pesca nel paese che ha appena conquistato il titolo mondiale di calcio femminile. Arriva dagli Stati Uniti, infatti, un nuovo difensore per il club del presidente Lello Carlino. A disposizione del tecnico Peppe Marino quest’anno ci sarà anche la californiana Mariah Cameron, potente esterno destro, già esperta del campionato italiano e capitano del Washington State nel 2012. Un acquisto che rinforza ulteriormente il reparto arretrato della squadra, che lo scorso anno si è dimostrato tra i migliori in assoluto nel panorama nazionale.

A questo si aggiungono altri tre nomi, voluti dal direttore sportivo Giovanni D’Ingeo per rinforzare la squadra del presidente Lello Carlino. Una è l’italo-svizzera Federica Cavicchia, centrocampista classe 1998 che arriva dal Tavagnacco e ha già vestito le maglie della nazionale under 17 e under 19. Dal Genoa, invece, arriva la giovanissima attaccante Federica Cafferata, classe 2000, mentre in porta c’è il ritorno di Alessia Parnoffi, classe 1999, cresciuta nel Napoli Femminile, al rientro dopo le esperienze con le maglie di Res Roma e Lazio. Tasselli che si aggiungono ai quattro acquisti conclusi nei giorni scorsi e che anticipano ulteriori arrivi che saranno ufficializzati nei prossimi giorni.

Previous Next

Arrivano i primi quattro acquisti insieme al nuovo direttore sportivo, Gianni D’Ingeo

Il 18 luglio l’assemblea per l’aumento di capitale

Un colpo per reparto. Inizia così la campagna acquisti del Napoli Femminile, che da questa settimana ha un nuovo direttore sportivo, Gianni D’Ingeo. Il dirigente, reduce da una lunga militanza nell’Inter Femminile, culminata con la promozione in serie A pochi mesi fa, ha iniziato a costruire insieme alla dirigenza del club l’ossatura della squadra che punta al doppio salto di categoria. A disposizione del tecnico Peppe Marino sono stati messi, nei giorni scorsi, quattro nuovi elementi.

In porta arriva Federica Russo, reduce dalla vittoria di due scudetti consecutivi con la maglia della Juventus. Dal Sassuolo, invece, arriva Elisabetta Oliviero, napoletana di origine ma cresciuta a Genova, esterno difensivo che può giocare su entrambe le fasce. A centrocampo ci sarà Marta Longoni che dopo un’esperienza con il Milan Ladies vestirà la maglia del Napoli Femminile. Infine, in attacco, si potrà contare sull’esperienza di Martina Gelmetti, reduce da due stagioni con la maglia del Mozzecane in cui ha messo a segno 25 reti, dopo aver giocato due anni all’estero e, precedentemente, altri due anni a Verona.

Quattro volti nuovi che rappresentano solo il primo passo verso la costruzione della squadra che il presidente Carlino vuole portare in serie A a fine stagione. Intanto proseguono anche i lavori di riorganizzazione dell’assetto societario del Napoli Femminile, presentati in anteprima da Francesco Tripodi lo scorso 30 maggio nella sede di Carpisa al Cis di Nola. L’assemblea per l’aumento di capitale è stata fissata per il prossimo 18 luglio.

Mercoledì all’Istituto Grenoble un appuntamento per la promozione del calcio femminile

Sarà ancora Peppe Marino a guidare il Napoli Femminile nella stagione 2019\20 che sta per iniziare e che vedrà la squadra partenopea impegnata nel campionato nazionale di serie B. Il tecnico della promozione ha rinnovato il suo contratto mentre la Società è già al lavoro per creare una squadra competitiva che possa puntare subito al doppio salto di categoria. “La gioia di potermi legare a questa piazza per altri due anni è immensa – spiega Marino -. Il mio obiettivo è di restare il più a lungo possibile con questi colori. Napoli rappresenta tanto per me e dopo i risultati dell’anno scorso abbiamo il dovere e l’obbligo di confermarci e ritornare in serie A, anche se serviranno umiltà, sudore, sacrificio e tanto lavoro. La città, il presidente e tutto il movimento femminile campano meritano palcoscenici superiori”.

In attesa dell’arrivo dei primi acquisti, la società sarà impegnata mercoledì 3 luglio alle ore 19 all’Istituto Grenoble di Napoli in una manifestazione promozionale del calcio femminile che prevede la proiezione del film di Julien Hallard “Comme des garçons”, che racconta la nascita del movimento calcistico femminile in Francia. Sarà presente il presidente del club, Lello Carlino.

In un incontro nella sede Carpisa coinvolte numerose aziende di rilievo nazionale

Il campionato è appena terminato e il Napoli Femminile Carpisa Yamamay è già al lavoro in vista della prossima stagione che lo vedrà protagonista della serie B nazionale. Il club del presidente Lello Carlino sta realizzando una ristrutturazione societaria che  porterà in poche settimane la SSD Napoli Femmnile  a essere la prima società sportiva non professionistica a coinvolgere un pool di aziende in un azionariato popolare diffuso.

La scorsa settimana, nella sede di Carpisa nel distretto interportuale di Nola, si è svolto un incontro che ha permesso a Francesco Tripodi, incaricato del progetto di trasformazione del club, di illustrare ai manager di alcune delle principali aziende nazionali e del territorio la nuova organizzazione  che sarà creata nelle prossime settimane e che entro la fine di questo mese vedrà la prima assemblea e la nomina di un  consiglio di amministrazione formato da professionisti in rappresentanza di soci sostenitori e sponsor. Tutto questo permetterà di utilizzare dei processi industriali nella gestione della società sportiva per monitorare al meglio le risorse investite dai partner e, allo stesso tempo, garantire al settore tecnico il massimo sostegno in vista del campionato di serie B nazionale che inizierà a settembre.

Una delle novità riguarderà il campo a disposizione del Napoli Femminile Carpisa Yamamay, che potrà beneficiare di una struttura al centro della città presa in gestione per i prossimi sei anni con opzione di acquisto successiva, allo scopo di realizzare nel futuro prossimo un vero centro tecnico a supporto di tutte le esigenze dello staff e delle calciatrici, con  club house a disposizione di dirigenti e sponsor. Al momento il centro sarà utilizzato per gli allenamenti, in attesa della decisione sul campo di gioco per le gare ufficiali.

“Il nostro è un progetto ambizioso – ha spiegato Francesco Tripodi -. In serie C il Napoli Femminile Carpisa Yamamay è stato supportato da oltre venti sponsor e cento soci sostenitori, ma non basta. Vogliamo creare un vero azionariato popolare diffuso coinvolgendo aziende di primo piano nazionali e locali perché il nostro è un veicolo di valori sani che possono essere sposati da qualsiasi azienda che voglia entrare nel mondo dello sport per promuovere la propria immagine. Parliamo di un progetto a tutto tondo dove la squadra sarà messa al centro di un percorso di grande comunicazione. Ringrazio i tanti manager che sono intervenuti alla presentazione e che hanno mostrato interesse nei confronti del nostro progetto, sono certo che insieme potremo portare il Napoli Femminile sul palcoscenico che merita”. Tra i tanti che hanno preso parte all’incontro anche i manager di numerose aziende del distretto nolano che sembra tornato a essere un punto di riferimento per lo sviluppo commerciale delle industrie napoletane e di tutto il meridione.

Intanto la società ha iniziato a lavorare anche sul settore tecnico e, dopo la conferma dell’allenatore Peppe Marino, si stanno formalizzando gli accordi per un nuovo direttore sportivo: si guarda a un dirigente di grande esperienza, reduce da un campionato esaltante in serie B. “Vogliamo riuscire nell’impresa di compiere il doppio salto e tornare in serie A, che crediamo essere il palcoscenico che compete a una città come Napoli anche nel calcio femminile – ha spiegato Lello Carlino -. Per questo abbiamo deciso di costruire la squadra intorno a un dirigente esperto e la società con criteri industriali tipici delle attività che svolgiamo con successo da anni”.

Prossimo appuntamento nella seconda metà giugno, quindi, con il primo consiglio di amministrazione e la nomina del presidente, in attesa delle prime mosse di mercato.