PRIMAVERA, BUON PARI A SALERNO

Pareggio su un campo difficile per le Azzurrine.

Dopo la sconfitta nella sfida Primavera contro la Virtus Partenope torna in campo il Napoli Femminile Primavera nell’ultima gara del girone d’andata e lo fa contro una delle migliori squadre del torneo di Serie C: la Salernitana.

Al Volpe le ragazze di Catalano si schierano con un inedito 4-2-3-1 emulando le orme del nuovo corso tecnico della prima squadra e non sembrano brillare in una prima frazione poco spettacolare, e terminata infatti a reti bianche, nella quale l’unica occasione degna di nota è il palo colpito dalla squadra granata.

Quella della ripresa è tutt’altra partita. Catalano inserisce le gemelle Marotta per la coppia Visco-Minieri per dare una scossa alla gara che non tarda ad arrivare. È la Salernitana però a sbloccare il risultato per prima grazie ad un’ingenuità proprio della neoentrata Claudia Marotta che con un retropassaggio impreciso mette l’attaccante granata a tu per tu con Foczmaniak che nulla può sul pallonetto della numero 11 di casa.

La rete subita dà la scossa alle partenopee che, complice anche l’espulsione per doppia ammonizione dell’autrice del gol granata, prendono d’assedio la metà campo avversaria e raggiungono il meritato pareggio con una prodezza di Lupoli, migliore in campo tra le azzurre, che insacca con un destro al volo di pregevole fattura.

Il finale è tutto di marca azzurra con l’ingresso di Moccia che dà ulteriore peso offensivo al Napoli ma le giovani ragazze di Catalano non riescono a concretizzare ed il match termina dunque in parità.

Segnali positivi per il Mister vengono dalla prestazione della squadra che è sembrata in crescita dopo alcune uscite sottotono e dal bel gioco espresso soprattutto nella seconda frazione quando, nonostante il netto divario di esperienza con le avversarie, le azzurrine hanno avuto un’ottima reazione dopo la rete subita e avrebbero potuto addirittura ribaltare il risultato.

Il Napoli Femminile Primavera tornerà in campo domenica prossima nel primo turno del girone di ritorno in un’altra trasferta difficile sul campo del Pontecagnano.